News

Il make up durante le terapie oncologiche

Il make up, eseguito correttamente e con prodotti idonei, durante tutto il periodo delle terapie oncologiche può essere un valido supporto infatti consente di camuffare (da qui il termine camouflage) gli inestetismi causati dagli effetti collaterali delle cure. Sono moltissime infatti le persone che si trovano ad affrontare la comparsa di inestetismi quali pallore, occhiaie, perdita di ciglia e sopracciglia, eruzioni cutanee, che spesso richiedono del tempo per attenuarsi e scomparire.

Chi si appassiona all’estetica oncologica?

Ad oggi le professioniste che si sono avvicinate e appassionate al mondo OTI Oncology Esthetics, un percorso di specializzazione in Estetica Oncologica in grado di formare estetiste competenti e capaci di fare la differenza, portando la bellezza e il benessere psico-fisico ai pazienti in terapia oncologica. La prima motivazione per le quali le estetiste sentono forte la necessità di apprendere queste competenze particolari deriva dal fortissimo desiderio di poter sempre prendersi cura delle proprie clienti, anche quando la vita le mette a dura prova, riservando loro parentesi difficili da affrontare ma che proprio per questo devono essere vissute con assoluta normalità.

L’estetica oncologica in pediatria, sogno o una realtà?

L’estetica oncologica in questi anni ha trovato finalmente luogo e favore all’interno di innumerevoli realtà negli istituti di bellezza, nelle associazioni che si occupano di persone in terapia,  durante gli eventi di raccolta fondi e ormai sempre più all’interno degli ospedali. Siamo soliti trattare con grande favore ed entusiasmo le donne, ma abbiamo trattato con grande soddisfazione anche gli uomini, del resto “la pelle è pelle e non fa distinzione di genere”.  

Dicono di noi